Smaller Default Larger

REGOLE PER UN CV VINCENTE

 

Ecco le informazioni che non devono mancare:

1.      Dati Anagrafici: indica chiaramente
- nome, cognome;
- data e luogo di nascita;
- indirizzo;
- recapito telefonico (casa, cellulare, ufficio);
- indirizzo e-mail

2.      Studi: elenca i tuoi titoli di studio partendo in ordine cronologico dal più recente.
- Può essere utile specificare titolo e argomento della tesi di laurea/dottorato.
- Il voto di laurea va sempre indicato, mentre quello di maturità è opportuno inserirlo solo se molto positivo. Indicare l'anno di conseguimento della laurea e l'università, oltre alla facoltà frequentata. - Non specificare dove hai fatto le scuole medie ed elementari e con quali risultati: è un'informazione inutile.
- Inserisci, invece, eventuali corsi di formazione/aggiornamento e di lingue, specificando sempre la durata, il periodo e il nome dell'ente formatore.

3.      Lavoro: indica le tue esperienze lavorative in ordine cronologico partendo dall'ultima o attuale, specificando
- il periodo (dal… al…),
- il nome e la sede dell'Azienda e il settore di attività,
- la posizione da te ricoperta, le mansioni svolte, l'inquadramento ed, eventualmente, la retribuzione percepita.
Dai maggior rilievo alle esperienze professionali più significative in relazione alla posizione per la quale ti stai candidando.

4.      Conoscenze informatiche e linguistiche: elenca i software usati e il grado di conoscenza; i linguaggi di programmazione conosciuti; le lingue straniere conosciute e il livello.

5.      Se hai poche o nessuna esperienza di lavoro, per arricchire il tuo curriculum puoi elencare:
• esperienze di volontariato;
• eventuali mansioni particolari svolte durante il servizio civile o di leva;
• hobby e interessi extralavorativi che forniscano in qualche modo elementi utili a tracciare un profilo caratteriale,
• aspirazioni professionali;
• disponibilità lavorative (part-time, contratti a tempo determinato, disponibilità o meno a viaggi e trasferimenti per lavoro),
• attitudini, capacità e altro che possa descrivere la tua persona.

6.      Evita di rilegare il CV e di allegare certificati, referenze, attestati, diplomi, articoli o altra documentazione non esplicitamente richiesta.

7.      Accompagna invece il curriculum con una lettera di presentazione, in cui spieghi chiaramente perché sei interessato a quel lavoro e quali sono le tue aspirazioni professionali. Sii determinato e motivato, non essere vago. Un candidato "disposto a qualsiasi tipo di lavoro" non sarà stimato molto.

In ultimo, non scordiamo di inserire l'autorizzazione a detenere e utilizzare le informazioni fornite, ai fini dell'attività di ricerca e selezione del personale, in ottemperanza alla vigente normativa sulla riservatezza (L.675/96).

CV on-line

·         Il tuo CV on-line deve essere breve e chiaro. La lunghezza massima è in genere lo spazio di una videata (ovvero circa 30 righe). Se i reclutatori o i potenziali datori di lavoro sono interessati, richiederanno ulteriori dettagli. I CV on-line hanno uno stile e una funzione diversi rispetto ad un CV tradizionale. Quindi: 

 ·         È bene che il CV on-line possa essere letto con diversi programmi e diverse macchine. Perciò evita di salvarlo con l'ultima versione di Word e aggiungi anche un file salvato in formato solo testo. E' la forma più semplice, che può essere letta e compresa da tutti i computer.

          La presentazione grafica dei CV on-line è diversa. Usa caratteri semplici, niente corsivo né sottolineature, niente cornici,… Il segreto sta nel collocare le informazioni nel giusto ordine e nell'utilizzare le parole o le espressioni chiave più azzeccate.

 

·         Ricordati sempre di indicare nella e-mail l’oggetto della comunicazione

·         Il CV deve essere inviato in allegato; denominalo col tuo nome e non “cv.doc”, o simile, perché altrimenti sarà impossibile recuperarti

Gli elementi-chiave di un CV on-line

 

1.      Blocco Nome/Dati personali - Posizionalo all'estremo angolo superiore del CV. Inserite il nome, indirizzo a cui contattarti, telefono, fax ed e-mail. Se hai un buon sito personale, allora includi anche l'indirizzo web.

2.      Obiettivi professionali - La sezione obiettivi professionali o di carriera esprime le tue aspirazioni. Utilizza al massimo otto parole oppure limitati ad indicare un titolo professionale.

3.      Paragrafo Riassuntivo o Profilo - Deve trovarsi al secondo o al terzo posto. Si tratta di un paragrafo fatto di parole-chiave che mettono in luce le tue capacità.

4.      Esperienze di lavoro - Possono essere ordinate in senso inverso, cronologicamente oppure per mansione, oppure miscelando entrambi i sistemi. Mantieni le parole-chiave specifiche per il tuo ultimo impiego e poi allarga il panorama, ripercorrendo la tua storia professionale a ritroso. Riporta i risultati con accuratezza, soprattutto per quanto riguarda l'esperienza lavorativa più recente.

5.      Formazione - Elenca tutti i titoli più recenti e più qualificanti. Includi qualsiasi altro tipo di addestramento che possa risultare significativo, per esempio qualifiche di tipo professionale.

6.      Non inviare un messaggio generico a svariati destinatari. Ciascun messaggio di posta elettronica che invii riporterà l'indirizzo delle altre persone a cui lo hai mandato. Gli approcci diretti ad aziende e organizzazioni dovrebbero essere esclusivi e personalizzati. Non è proficuo spedire CV uguali per ogni occasione, senza personalizzarli a seconda dell'interlocutore al quale ti rivolgi

7.      Conserva una versione cartacea da consegnare, nel caso vengano richieste informazioni

 

Come collocare il tuo CV su Internet

 

Hai sostanzialmente tre possibilità:

1. Iscriverti a siti di assunzione on-line che prevedano figure preposte alla preparazione dei CV e archivi di CV, per esempio www.monster.ito www.cambiolavoro.it

2. Registrarti al sito web delle aziende a cui desiderate rivolgervi (molte grandi aziende invitano gli aspiranti candidati a farlo).

3. Inviare il tuo CV per posta elettronica direttamente ai singoli datori di lavoro, in risposta a inserzioni o a informazioni che hai avuto.


CV Europeo

  Il Curriculum Vitae Europeo costituisce un modello comune di riferimento con l'obiettivo di consentire a tutti i cittadini europei di riconoscere e valorizzare le proprie competenze per proporsi o riproporsi sul mercato del lavoro e della formazione con un curriculum più trasparente e spendibile in tutto il territorio dell'Unione.

E' uno degli strumenti che possono essere utilizzati per facilitare e favorire la mobilità delle persone.
Il Curriculum Vitae Europeo accoglie in pieno le indicazioni politiche proposte dall'Unione europea in tema di sviluppo delle risorse umane, che vanno dalla necessità di considerare l'intera esperienza di una persona in una logica di formazione per tutta la durata della vita, alla visibilità delle competenze ritenute utili per lavorare nella società attuale.
Il Curriculum Vitae Europeo costituisce un'opportunità importante:
·         per l'individuo che aspira a trovare un posto di lavoro, e/o proseguire il suo percorso di formazione, in quanto permette di valorizzare e dare notorietà anche ai percorsi di apprendimento non formali;
·         per le aziende e gli istituti di istruzione/formazione che hanno la possibilità di riconoscere con maggior chiarezza il possesso di conoscenze, abilità e competenze, indipendentemente dalle modalità con cui sono state acquisite e dalle qualifiche o titoli professionali posseduti dai singoli cittadini.
Il Curriculum Vitae Europeo non è un certificato, bensì una dichiarazione autocertificata e volontaria e fornisce informazioni su:
·         competenze linguistiche;
·         esperienze lavorative;
·         qualifiche e titoli di istruzione e formazione;
·         abilità e competenze acquisite anche al di fuori dei percorsi formali di formazione.
A chi serve Il Curriculum Vitae Europeo

E' uno strumento utile a diversi livelli:
·         ai cittadini europei, giovani e meno giovani che desiderano lavorare in un paese europeo diverso da quello d'origine; hanno acquisito un titolo di studio all'estero; hanno avuto esperienze di lavoro in diversi paesi europei; hanno acquisito competenze in ambiti diversi da quello formativo, non documentate da titoli e certificati, e vogliono renderle note per trovare un lavoro adatto alle proprie capacità e inclinazioni; desiderano continuare il proprio percorso formativo anche in un paese europeo diverso da quello d'origine valorizzando non solo i titoli di studio e professionali, ma le competenze acquisite e le esperienze effettuate.
·         Alle aziende disposte ad assumere personale competente e motivato a svolgere i compiti richiesti. Il Curriculum Vitae Europeo, infatti, è uno strumento utile per gli addetti alla selezione di personale proveniente da altri paesi europei poiché consente di effettuare una lettura trasparente del titolo di studio e delle competenze acquisite.
Agli istituti scolastici e alle strutture formative che, attraverso il CVE, possono disporre di informazioni utili all'inserimento delle persone nei diversi percorsi formativi.


Scarica il Modello del curriculum vitae europeo alt

 

Fare Impresa

Garanzia Giovani